martedì 28 aprile 2015

Domenica 3 maggio: Il Giardino Alpino di Pietra Corva (PV)

NOTE E DESCRIZIONE DEL PERCORSO
Semplice escursione in Alta val Tidone (PV). Una passeggiata adatta a tutti, scoprendo un territorio bellissimo e in parte ancora selvaggio quando si raggiungono i Monti Pan Perduto a metri 1056 s.l.m. e Pietra di Corvo a metri 1078 s.l.m.
Imperdibile la visita al Giardino Alpino di Pietra Corva che fu aperto ufficialmente al pubblico nel 1967 con la finalità di conservare e adattare le piante di alta quota che il suo fondatore, il Dott. Antonio Ridella andava scoprendo attraverso i suoi viaggi ed escursioni botaniche effettuati non solo nelle Alpi ed Appennini, ma anche sui Pirenei, Carpazi, Caucaso sino all’Himalaya e le Ande.Ligure.
 
Continua qui

Giovedì 7 maggio: Il Parco dello Scrivia (AL)

Continua qui

lunedì 27 aprile 2015

Everest, la valanga travolge il campo base

Il video amatoriale dello scalatore tedesco Jost Kobusch riprende gli attimi drammatici in cui la valanga travolge il campo base. La telecamera mostra la nuvola bianca che investe le tende mentre la gente in fuga urla e cerca di trovare riparo.

Il video 

Nepal, le prime vittime italiane. Due uomini sepolti da una frana


 
 

domenica 26 aprile 2015

Siamo andati in Antola

In occasione del 70° della Liberazione

Qui tutte le foto


giovedì 23 aprile 2015

ALIMENTAZIONE SPORT DIMAGRIMENTO

Le verità nascoste  a cura di Orazio Paternò


 



Camminare, correre, nuotare:



 grassi consumati e costi energetici a confronto tra leggenda e realtà…
 

Camminare! E’ questo l’imperativo che spopola negli ultimi anni. Camminare per tutti, senza criteri anagrafici o medici. Tutti, dai 10 ai 90 anni, giovani e meno giovani, sani e meno sani. Insieme, sotto il segno della salute e del dimagrimento. Soprattutto. sotto il segno della comoda camminata. Per rendere più accattivante un’attività che l’uomo svolge spontaneamente da almeno due milioni di anni, la camminata è stata condita in salsa anglofona: il WALKING, il FITWALKING, il POWERWALKING, il WALKEXERCISE, il NORDIC WALKING. 

Ciascuna annunciata come clamorosa scoperta. Camminare è camminare. Basta. Posso farlo più o meno intensamente, a tratti più o meno veloci, in salita, in discesa, con l’ausilio di bastoni… ma di camminare, si tratta.
Le virtù del camminare vengono celebrate da giornali, tv, fino ad avere sponsor governativi. Ma quando diventano “operative” queste virtù? Dove finisce la camminata da salotto e dove inizia l’attività sportiva condizionante, cioè che influisce sui parametri della salute e sul dimagrimento?
Il messaggio del camminare, corretto nella sua idea di fondo (scollarsi dal divano!) è stato diffuso senza alcun filtro (“è efficace per tutti”) e con eccessiva enfasi celebrativa sui suoi benefici. Alla gente il messaggio è dunque arrivato così: camminare fa benissimo e risolve tutto, dal sovrappeso, alla cellulite, al colesterolo, ai trigliceridi e  fino a prevenire possibili problemi cardiovascolari.
Vero e falso contemporaneamente…
Alla fine, le domande che tutti si pongono o che tutti dovrebbero porsi sono:

·      Quanti grassi si bruciano camminando, ad esempio, per 5 km?
·      E’ vero che camminare garantisce risultati certi a tutti?
·      E’ vero che camminare è un toccasana, sia per l’ottantenne che per il ventenne?
·      E’ vero che camminare per 30 minuti al giorno corrisponde a consumare chili di grasso a fine settimana?
·      Quali sono i primi grassi ad essere consumati durante l’attività fisica di lunga durata?
·     E’ vero che camminare, a prescindere dall’intensità, combatte sul serio le insidie cardiovascolari di trigliceridi, colesterolo, ipertensione?
·      E’ vero che camminare sostituisce alla pari la corsa o altre attività sportive?
·      E’ vero che durante la camminata si bruciano solo grassi?
·      E’ vero che camminare (o correre) la stessa distanza più velocemente fa bruciare  più calorie?


Per rispondere a queste domande farò esempi pratici legati alla formula di Arcelli, semplicissima e accessibile a tutti, ma considerata di elevata attendibilità nel predire i grassi consumati durante la camminata o la corsa. Potrete applicarla su di voi.  Per chi non si accontenta illustrerò i calcoli a partire dal quoziente respiratorio e dal consumo di ossigeno, metodi da laboratorio estremamente precisi nel misurare il consumo di ossigeno e, di conseguenza, il consumo calorico da cui ricavare il consumo in grammi di carboidrati, grassi ed eventualmente proteine durante una qualsiasi attività fisica. Gli scienziati hanno misurato con precisione il consumo calorico al minuto per chilo di peso corporeo di innumerevoli attività, dal giardinaggio, al golf, al nuoto al ballare in discoteca e hanno creato delle tabelle ad hoc perché ciascuno possa calcolare il proprio dispendio calorico sulla base del proprio peso, dell’attività svolta e del tempo ad essa dedicata. Riguardo alla corsa userò anche la formula generale del costo energetico espresso come consumo energetico per unità di peso corporeo: 1 cal/ Kg/ Km
Solo con questi elementi si possono veramente quantificare i consumi di grassi e di calorie. Il resto è solo opinione.

Metterò a confronto le attività aerobiche più comuni: camminata,  corsa e  nuoto. Vedremo quanti grassi e calorie si bruciano e in quale momento se ne bruciano di più. Quale ruolo gioca l’intensità.
 
Al termine troverete un vademecum intitolato “per chi ne vuole sapere di più” che illustra i concetti che stanno alla base dei calcoli metabolici
Continua qui

domenica 19 aprile 2015

I 10 sentieri più spettacolari da fare a piedi in Italia

Trekking di stagione sulle orme dei pellegrini o lungo la transumanza

Via degli Abati
Questo cammino attraversa l'Appennino Tosco-Emiliano. Il tracciato, lungo circa 190 chilometri, è costituito da mulattiere che valicano valli e crinali per un dislivello complessivo di oltre 5.000 metri. La Via degli Abati passa per le Province di Pavia (GUARDA LA MAPPA), Piacenza, Parma, Massa Carrara. Si snoda nei territori di Pavia, Bobbio, Coli, Farini, Bardi, Borgotaro e Pontremoli

Fonte



Tra i castelli, le fortezze e i musei più affascinanti del Trentino 

 

I 10 trekking più belli del mondo

Esce “Wild”, inno alla strada: ecco i 10 sentieri più lunghi (e belli) del mondo

 

 

 

 

 



mercoledì 15 aprile 2015

martedì 14 aprile 2015

Campi Avventura

Un’esperienza straordinaria in val Borbera (AL)


Per il quinto anno consecutivo presentiamo un progetto particolarmente coinvolgente per bambini e ragazzi, un evento trascinante, un appuntamento irrinunciabile in un territorio meraviglioso come la val Borbera (AL). L’obiettivo è di stimolare il ragazzo a muoversi sul territorio apprendendo quelle nozioni naturalistiche basilari che permettano l’osservazione, l’esplorazione e la scoperta di un territorio unico e ancora selvaggio di questi luoghi. Lo stare insieme, imparare a stare in gruppo, emozionarsi davanti alla magia di un tramonto o rimanere con il fiato sospeso durante i racconti e le leggende della sera. E poi preparare lo zaino con l’attrezzatura per l’uscita, camminare per sentieri e mulattiere, addentrarsi nei boschi, raggiungere le malghe e le vette dell’Appennino, dissetarsi lungo le sorgenti, riconoscere le impronte degli animali selvatici, usare mappa e bussola e la sera la tradizionale escursione notturna con le torce. Esperienze uniche da vivere nell’ambiente circostante, un modo sano per crescere consapevolmente diventando a poco a poco più responsabili e anche un pochino più adulti, convinti che questa sia la semplice, ma corretta via per un domani sicuramente migliore. Un invito quindi a tutti i ragazzi e ragazze con spirito di avventura e tanta voglia di nuove esperienze legate alla natura di lasciarsi coinvolgere in questo progetto che li vedrà veri protagonisti di questo fondamentale disegno sulla biodiversità.

Potete trovare tutte le informazioni su: www.lapietraverde.org


sabato 11 aprile 2015

Al Santuario della Madonna del Sasso (VCO)




Per chi arriva in traghetto da Orta, dall’Imbarcadero di Pella percorrere Via Roma superando l’incrocio con Via Zanotti, fino ad imboccare Via Petrarca, davanti alla chiesa Parrocchiale di Sant’Albino. Per chi arriva a Pella in automobile raggiungere l’incrocio tra Via Roma e Via Petrarca e parcheggiare davanti alla chiesa Parrocchiale di Sant’Albino.

Dalla chiesa percorrere la piazza per 20 metri fino a svoltare sulla sinistra imboccando un acciottolato in salita (Via Petrarca). Lungo l’acciottolato, alla propria sinistra, si può ammirare un bellissimo panorama sul lago d’Orta. Dopo 400 metri l’acciottolato termina e, svoltando a destra ci si immette sulla strada asfaltata (Strada Provinciale 47) e dopo 15 metri, subito a sinistra, ad imboccare il sentiero T36 in direzione Centonara; anche qui il fondo è acciottolato ed il percorso presenta muretti di pietra ai lati. Proseguendo sul sentiero T36 si incontrano dei cartelli di segnaletica e delle cappelle votive. Ad un certo punto il sentiero attraversa un’azienda agricola per giungere poco dopo ad un bivio; qui si può proseguire svoltando a destra e, dopo 20 metri, arrivare alla chiesa di Centonara, dove ci si può dissetare alla fontana. Per proseguire verso il Santuario della Madonna del Sasso tornare al bivio e svoltare a sinistra e, poco dopo, raggiungere la strada principale denominata Via per Artò. Da qui procedere in discesa lungo la strada asfaltata. Proseguendo si attraversa un ponte e, al bivio successivo, svoltare a destra quasi ad invertire il senso di marcia, seguendo la segnaletica per Boleto. Ricominciare la salita, che qui si sviluppa a tornanti, all’interno dei quali sono presenti delle agevoli scorciatoie da sfruttare. Proseguire sulla strada principale fino all’abitato di Boleto e, lasciato alla destra l’Hotel Belvedere, svoltare a sinistra all’incrocio immediatamente successivo. Proseguire ancora ed al successivo incrocio girare nuovamente a sinistra su Via Garibaldino Riotti.

Continua qui

Tutte le foto


 

venerdì 10 aprile 2015

Sondaggio

In caso di un raduno / incontro per una escursione sulla cima del Monte Cauriol, in che giorno saresti disponibile?

Monte Cauriol

Il gruppo Passione Trekking vuole organizzare una sorte di raduno / incontro per passare una giornata insieme ed approfittarne per effettuare una escursione sul Lagorai e più precisamente, raggiungere la cima del Sacro Monte Cauriol, teatro operativo nel quale si trovarono ad agire le unità italiane in tutte le fasi del loro farraginoso avvicinamento alla potente linea difensiva dell'impero austro-ungarico. Questo sondaggio nasce dal fatto che non si riesce a trovare una data utile per cercare di riunire più adesioni possibili. Tenendo per buona almeno la giornata, il sabato, ed i mesi, luglio - agosto - settembre, sono qui a chiedervi una data ben precisa, per quanto disponibile. Dal risultato di questo sondaggio potremmo ricavare il giorno dell'incontro / raduno.

 

Continua qui 

 

giovedì 9 aprile 2015

25 aprile: Andiamo in Antola

ANDIAMO IN ANTOLA per celebrare il 70° della Liberazione. Confidando in un tempo favorevole si partirà alle ore 9 da ben 22 località attorno al Monte Antola per ritrovarci al Rifugio Parco Antola e in vetta per celebrare la Liberazione, i partigiani e le popolazioni delle vallate dello Scrivia, del Trebbia e del Borbera.

domenica 5 aprile 2015

Giovedì 9 aprile: Itinerari pellizziani (AL)




Dopo la coinvolgente escursione sull'Anello della Regina tra le valli Curone e Staffora e i segreti del Guardamonte, prosegue l'iniziativa "Camminando tra le valli". Giovedi 9 aprile saremo tra le dolci colline di Monleale e Volpedo (AL) per una bellissima uscita sui luoghi Pellizziani. Appuntamento presso la Piazza del Municipio di Monleale alle ore 9.30. Tutte le info su: www.lapietraverde.org

venerdì 3 aprile 2015

Dopo la frana del 2012 riapre la Via dell’Amore (SP)

È stato riaperto il primo tratto di circa 200 metri sulla via dell’Amore, a Manarola, una delle Cinque Terre, chiuso dopo una frana avvenuta nel settembre 2013, nella quale rimasero ferite alcune turiste australiane.


La riapertura, dopo lavori di messa in sicurezza, è avvenuta alla presenza dell’Ad di Rfi Maurizio Gentile, del governatore della Liguria Claudio Burlando, dell’assessore regionale alle infrastrutture Raffaella Paita. L’intervento, finanziato da Rfi e Regione Liguria per un importo di circa 2,3 milioni di euro. Sotto Via dell’Amore corre la linea ferroviaria. «L’intervento fa parte di un progetto molto più ampio che investe l’intera rete - ha detto Gentile -, progetto coordinato da struttura tecnica di missione per il rischio idrogeologico di Palazzo Chigi».

Continua qui

giovedì 2 aprile 2015

Domenica 12 aprile: Donnaz-Perloz (AO)

Domenica 12 aprile saremo in Valle d’Aosta. L'escursione si svolgerà lungo il tragitto che unisce Donnas a Perloz. Il percorso è magnifico ma ricordiamo che per l’iniziale dislivello, costituito da gradoni in sasso, necessita un minimo di allenamento.
I posti disponibili sul Pullman GT sono ancora 8.
La partenza è prevista alle ore 7 da Tortona.
Per informazioni e contatti, consultare il sito internet de "La Pietra Verde" : www.lapietraverde.org
Quanto monotona sarebbe la faccia della terra senza le montagne.

Immanuel Kant

Lettori fissi

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia.

Epicuro

Archivio blog